I denti vanno lavati dopo ogni pasto e in particolare la sera,

in quanto durante la notte eventuali residui alimentari sono

facilmente trasformati in acido dai batteri

presenti nella placca.

 

sbiancamento

Lo spazzolino deve avere delle setole di durezza media e

la testina deve essere abbastanza piccola in modo da poter

raggiungere facilmente tutte le superfici dei denti.

 

Il movimento dello spazzolino deve essere in senso verticale,

andando dalla gengiva verso i denti.

 

E' necessario effettuare ogni 6 mesi una pulizia dei denti allo

scopo di rimuovere il tartaro che si deposita sui denti

e che lo spazzolino non riesce ad eliminare.

 

Il dentista "pulisce" i denti con gli ultrasuoni che rimuovono

rapidamente e in modo indolore la placca batterica.

 

I denti vengono poi levigati con un gommino ed una pasta al

fluoro rendendoli così più resistenti alla carie.

 

 

Il fluoro è un minerale che favorisce la formazione di uno smalto

più resistente e lo protegge dall'attacco acido della placca batterica

prevenendo la formazione della carie dentaria.

 

Il fluoro si lega  agli ioni calcio che formano l'idrossiapatite,

ancorandoli insieme, in modo da renderli più resistenti

allo sfaldamento da parte degli acidi della placca.

 

Il fluoro determina una riduzione dell'incidenza della carie dell' 80%.


Una costante igiene orale insieme alla fluoroprofilassi rappresenta il

principale fattore per una corretta prevenzione della carie.